IN PROCURA LE FALSITA’ IN ATTO PUBBLICO PER I POSTI BARCA

0

All’ufficio lavori pubblici del Comune di Capri, al responsabile geometra Vincenzo Matassa, sono pervenuti esposti, da parte di diportisti a cui sono stati negati i posti barca, che hanno invece segnalato che ad altri erano stati assegnati, con tutto che avevano  autocertificato il falso, anche per imbarcazioni di maggiore grandezza rispetto a quelle che risultavano nella graduatoria. Da qui il geometra Vincenzo Matassa ha verificato la veridicità degli esposti e questi si è trovato davanti a sette “falsità”, dandone subito comunicazione all’autorità giudiziaria, attraverso il Comando Vigili Urbani di Capri. I Vigili Urbani, hanno preso le carte dell’ufficio lavori pubblici ed hanno inviato i fascicoli alla Procura della Repubblica di Napoli evidenziando che i sette “falsari”, avevano dichiarato il falso in sede di autocertificazione, e, che probabilmente avrebbero messo in atto una vera e propria truffa ai danni del Comune, macchiandosi probabilmente del reato che punisce penalmente le false attestazioni a pubblico ufficiale. Per quanto gli uffici hanno segregato questi atti, perchè in attesa di delega del magistrato competente, sarebbe emerso che tra i “falsari” vi sarebbe anche un legale, cosa questa che ha lasciato allibiti coloro che ne vociferano il nome in piazzetta, in quanto un professionista è conscio delle conseguenze penali di falsa autocertificazione e reati conseguenti.

Share.