L’OLIMPIA PERDE IN TRASFERTA

0

Girone A, anticipo della ventiquattresima giornata: Casalmotor Pallacanestro Trinità – Olimpia Capri 97-83 (27-26; 54-54; 73-66).

Pallacanestro Trinità: M. Campaiola, Sica 17, Bovenzi, Bassano 15, S. De Vita 29, V. Botta, Durante 5, Puglia, Esposito 4, G. Campaiola 27. All.: G. Durante – G. Aumenta.

Olimpia Capri: Ruocco 31, Mancanello 26, De Gregorio 19, Di Donna 7, Del Core 0, Schettino 0, Sorrentino M 0, Sorrentino E 0, Cacace ne, Chierchia ne.

Arbitri: M. Pellegrino – F. Landi (Pontecagnano). Uscite per cinque falli: nessuna.

L’Olimpia cede il passo in trasferta per due volte consecutive e dopo la capolista Nocera deve piegarsi anche alla forza degli avversari affrontati nell’anticipo della 24 giornata. Un caloroso applauso del pubblico alla fine della partita vinta contro i nostri ragazzi (97-83) saluta la ripresa della Pallacanestro Trinità che, qui a Capri, fu protagonista di una spettacolare partita. E’ stata una  manifestazione di gratitudine e di vicinanza alla squadra che va ben oltre i risultati negativi e le avversità incontrate negli ultimi due mesi, a cui i bianco-azzurri hanno finalmente posto argine grazie ai due punti incamerati nell’anticipo della ventiquattresima giornata. Numeri e statistiche alla mano, era lecito aspettarsi una partita dominata dagli attacchi. Premesse sostanzialmente rispettate: prosa nel complesso frenetica e mai banale, punteggio e valori in campo equilibrati per più di 30’. Era quindi lecito attendersi un altro epilogo allo sprint. Invece, sul terreno notoriamente più infido per il quintetto salese, l’Olimpia Capri – già alle prese con rotazioni ristrettissime – ha esaurito le riserve di brillantezza e lucidità, pagando pegno sia a rimbalzo, sia sul fronte delle palle perse. A differenza di altre volte, Trinità ha mantenuto la barra dritta, allungando le mani su una vittoria che mancava dal 31 gennaio (55-101 sul campo del Jolly Group Salerno) ed infliggendo nel contempo la quarta sconfitta nelle ultime cinque gare alla formazione insulare.

Share.